COMUNICATO STAMPA del 04-01-2018

dal 10 gennaio inizia anche a Venezia e terraferma la raccolta firme per la presentazione alle elezioni
politiche delle liste del POPOLO della FAMIGLIA

LA DELEGAZIONE VENEZIANA ALL’ASSEMBLEA NAZIONALE DEL POPOLO DELLA FAMIGLIA: CORREREMO
DA SOLI, IN CONTINUITA’ CON I FAMILY DAY, PER USCIRE DA QUESTA GRAVE CRISI CHE E’ ANZITUTTO DI
VALORI

Sono sei i delegati veneziani rientrati da Roma dopo aver partecipato alla IIa Assemblea Nazionale del Popolo della Famiglia tenutasi il 30 dicembre al Centro Congressi Cavour. “Un momento storico”, riferisce, a nome della delegazione, Carlo Nicoletti, referente del Circolo Popolo della Famiglia di Venezia, “che conferma la vertiginosa crescita del movimento che, attraverso i suoi 504 delegati, ha approvato all’unanimità la decisione di presentarsi da soli a queste elezioni politiche in tutto il territorio nazionale, e cioè nei 65 collegi
plurinominali per la Camera, e 34 per il Senato”.
“Decisione certamente molto impegnativa”, continua Nicoletti, “vista la soglia di sbarramento al 3% prevista dal Rosatellum, ma pienamente in linea con gli irrinunciabili principi del movimento sin dalla sua fondazione, che sono incompatibili con i compromessi contro la persona e le dinamiche di amministrazione del consenso, tutte pratiche comuni a tutti i partiti, nessuno escluso. Qui non si tratta di rigidità o di idealismo politico, anzi, semplicemente non è possibile uscire dalla più profonda crisi che il nostro Paese ha mai attraversato, senza ridare primato alla persona e all’istituzione dove principalmente la persona cresce e si forma, che è la famiglia. Ci vogliono almeno vent’anni per formare un uomo o una donna in grado di affrontare la vita, ed è inimmaginabile una società che non abbia la famiglia come suo epicentro: valoriale, affettivo-psicologico, pedagogico e perfino economico! siamo certi infatti che a famiglia in crisi corrisponda sempre una economia in crisi.”
I sei veneziani – e cioè i coniugi Giovanni e Caterina Luca, Massimiliano Zannini, Paola Ganz che, con Carlo Nicoletti e la moglie Nicoletta, hanno partecipato all’Assemblea Nazionale – riferiscono concordemente di aver vissuto un evento politico dai contenuti belli, nitidi e talmente carichi di buon senso da essere la vera prospettiva che buona parte del popolo italiano si aspetta.
A partire dal 10 gennaio inizierà nel territorio veneziano la raccolta firme per la presentazione delle liste in Corte d’Appello. “La raccolta verrà organizzata”, riferisce Carlo Nicoletti, “nei gazebo e in diversi luoghi d’incontro, dove la gente potrà anche verificare chi siamo. Il problema più rilevante è che la gente non ci conosce. Recenti sondaggi indicano che oltre il 90% degli italiani non conosce nemmeno il nostro simbolo. Siamo tutti certi che c’è un numero immenso di italiani che crede pienamente nei nostri valori e nel nostro
programma politico ed è sicura che nessun altro partito sia in grado di realizzarli, come è storia degli ultimi 40 anni. Le immense piazze sempre più numerose dei tre Family Day lo dimostrano”.
“Confidiamo ” – conclude Nicoletti – “ che la stampa ed i media rispondano al meglio a questo dovere civico di contribuire ad una informazione libera e pluralista. Oltre tre veneziani su quattro, ma questo vale per quasi tutta Italia, o hanno intenzione di astenersi, o non sanno per chi votare. La stampa ed i media hanno una grande opportunità di concorrere al superamento di questa grave distorsione della democrazia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *